Quando alcuno si ammalasse di peste.

Pigliate dittamo bianco, tormentilla, coralli bianchi, gentiana, boloarmeno, terra sigillata, acqua d'endivia, acqua di foglie di ruta, acqua rosata, aceto bianco, acqua di scabinella (altri chiamana scabiosa). Et quando viene il caso infra quattro hore si faccia questo, togliete delle sopradete cose, e mettetele in un bicchiero, o altro vaso, che tutto sia una presa a discretione, ma che avanzi un poco di aceto sopra l'altre cose e datele allo infermo, e fate che siano calde le sopradette, et vada al letto ben coperto che sudi, et sarÓ guarito.


Torna all'indice


Questa pagina è stata curata da Marco Moraccini, con la collaborazione di sua moglie Anna Satti e della figlia Serena Eva


Questo è il nostro indirizzo e-mail: moraccini@tin.it


Visitate il nostro sito: WWW.MORACCINI.IT