Contra grandissima peste, e molte volte provato.

Pigliate una cipolla, e tagliatela per traverso, e fatele un buco per mezzo, e empite quei buchi di tiriaca fina, e poi ponete la cipolla insieme, come prima stava, mettete una pezza bianca di lino bagnata intorno, e ponete questa cipolla sotto le ceneri tanto fin che sia ben cotta, e poi cavatela fuora e spremete bene la detta cipolla, e fatene suco, e datene un cochiaro a bevere allo amalato, e subito migliorerÓ, e sanerÓ senza fallo.


Torna all'indice


Questa pagina è stata curata da Marco Moraccini, con la collaborazione di sua moglie Anna Satti e della figlia Serena Eva


Questo è il nostro indirizzo e-mail: moraccini@tin.it


Visitate il nostro sito: WWW.MORACCINI.IT