Unguento mortificativo per peste, e Ŕ cosa molto degna e rara.

Torrete acqua forte da saponari, capitello once quattro, e fatelo bollir tanto che torni come unguento, pai pigliate legno di salice, over fave, e fatelo bruciare, tanto che diventi carbone, e smorzatelo in aceto, e poi sciugatelo all'ombra molto bene, che si possi pestare, e crivellare, e poi pigliate calcina viva a discretione e mescolate insieme con quell'acqua di sapone, e pigliate di quella polvere di fave bruciate, quanto basta. Item mez'oncia di songia di porco non salata, e mescolate ogni cosa insieme. Item cantarelle dramma meza, e pestate, e fate polvere sottilissima, e poi mescolate insieme, e fatene unguento, il quale se fusse duretto un poco, aggiungetevi in poco di mele, perche non vuol essere duro, poi lasciatelo star cosi in un vaso ben serrato, e se farÓ alcun'olio, colatelo per inclinatione.


Torna all'indice


Questa pagina è stata curata da Marco Moraccini, con la collaborazione di sua moglie Anna Satti e della figlia Serena Eva


Questo è il nostro indirizzo e-mail: moraccini@tin.it


Visitate il nostro sito: WWW.MORACCINI.IT